L’eccesso di Internet é simile all’abuso di droga o di alcool.

Pubblicato il nella categoria Neuroscienze, News.

Abnormal White Matter Integrity in Adolescents with Internet Addiction Disorder: A Tract-Based Spatial Statistics Study
Fuchun Lin, Yan Zhou, Yasong Du, Lindi Qin, Zhimin Zhao, Jianrong Xu, Hao Lei
Editor: Martin Gerbert Frasch, Université de Montréal, Canada
Published: January 11, 2012

Uno studio cinese, diretto da Hao Lei dell’Accademia cinese delle scienze di Wuhan e pubblicato su ‘Plos One’, ha evidenziato come la Dipendenza da Internet determini alterazioni cerebrali simili a quelle indotte dall’abuso di sostanze stupefacenti o alcool. Il campione della ricerca era costituito da 35 soggetti di entrambi i sessi, tra i 14 e i 21 anni, di cui 17 sono risultati affetti da IAD. Mediante una speciale risonanza magnetica, alcuni studiosi hanno rilevato alterazioni cerebrali, in particolare una riduzione della sostanza bianca in tutto il cervello, ma soprattutto a livello della corteccia orbito-frontale, corpo calloso, cingolo, fascicolo fronto-occipitale inferiore, e corona radiata, capsule interne ed esterne, ovvero aree coinvolte nei processi emotivi, attentivi, decisionali e di controllo cognitivo. I risultati hanno suggerito, inoltre, che questa nuova forma di web addiction condivida simili meccanismi psicologici e neurali con altri tipi di dipendenza da sostanze e con i disturbi del controllo degli impulsi. Secondo i ricercatori questo studio potrebbe quindi portare a nuovi trattamenti volti al contrasto delle dipendenze.