Salute mentale, personalità, e stile di accudimento genitoriale in adolescenti affetti da Dipendenza da Internet

Pubblicato il nella categoria Epidemiologia, News.

Obiettivo dello studio condotto da Xiuqin H, Huimin Z, Mengchen L, Jinan W, Ying Z e Ran T. in Cina, è quello di confrontare il profilo di personalità di giovani adolescenti che soddisfino i criteri per il Disturbo da Dipendenza da Internet (IAD) rispetto ad un gruppo sano di controllo, e determinare se il gruppo IAD sia o meno associato a uno specifico stile di accudimento genitoriale.

Il campione era costituito da 304 soggetti (204 positivi ai criteri per la diagnosi di IAD e 100 negativi) a cui sono stati somministrati Symptom Checklist-90-revision (SCL-90-R), Eysenck Personality Questionnaire Revised (EPQ-R), e Egna Minnen av Barndoms Uppfostran–‘My Memories of Upbringing‘ (EMBU).

I risultati hanno mostrato che rispetto al SCL-90-R gli adolescenti con IAD ottengono punteggi maggiori rispetto al gruppo di controllo in tutte e nove le dimensioni che costituiscono lo strumento, con punteggi significativamente più elevati per quanto riguarda i tratti ossessivo-compulsivi, la sensibilità interpersonale, la depressione, l’ansia, l’ostilità e l’ideazione paranoide. Il profilo EPQ degli adolescenti con IAD ha mostrato invece che questi soggetti manifestino in misura significativa livelli più bassi di estroversione e più alti di psicoticismo se confrontati con il gruppo di controllo. Infine la somministrazione dell’EMBU rivela che gli adolescenti con Dipendenza da Internet sono generalmente allevati con stili educativi improntati alla mancanza di calore emotivo, ipercoinvolgimento, rifiuto e punizioni (solo da parte della figura materna).

I risultati di questo studio confermano che la Dipendenza da Internet spesso si manifesti con la presenza di determinati sintomi psichici e specifici tratti di personalità, come introversione e psicoticismo e che frequentemente tale disturbo emerga in adolescenti cresciuti in un ambiente poco responsivo, suggerendo che il funzionamento familiare e lo stile educativo rappresentino importanti fattori nello sviluppo della patologia.

Cyberpsychology, Behavior and Social Networkng. 2010 Aug;13(4):401-6.