Attività dei recettori dopaminergici nei soggetti affetti da Dipendenza da Internet

Pubblicato il nella categoria Neuroscienze, News.

Un crescente numero di ricerche suggerisce che la Dipendenza da Internet sia associata ad anomalie a livello del sistema dopaminergico cerebrale. Recentemente è stata pubblicata su Neuroreport (Kim SH, Baik SH, Park CS, Kim SJ, Choi SW, Kim SE) una ricerca volta a dimostrare che questo disturbo sia associato a ridotti livelli di attività dei recettori dopaminergici nel corpo striato rispetto a quanto si può osservare nei soggetti sani di controllo.

Per confermare l’ipotesi di partenza è stata impiegata la tomografia a emissione di positroni con il tracciante [C]raclopride per valutare l’attività del recettore D2 della dopamina in pazienti con IAD e in soggetti sani.

In accordo con le previsioni degli autori, le persone con Dipendenza da Internet hanno mostrato ridotti livelli di funzionamento dei recettori D2 della dopamina, in particolare a livello del nucleo caudato dorso laterale e del putamen destro.

Questa scoperta contribuisce a migliorare la comprensione dei meccanismi neurobiologici sottostanti la Dipendenza da Internet.

Neuroreport. 2011 Jun 11;22(8):407-11.